Notizia Oggi

Stampa Home
A lanciare la proposta il sindaco Botta

Varallo, un museo per il Carnevale

Documenti e cimeli potrebbero trovare posto a Palazzo d'Adda
Articolo pubblicato il 16-01-2016 alle ore 17:44:10
Varallo, un museo per il Carnevale 3
Una vecchia immagine del carnevale

Un carnevale ultrasecolare, uno dei più antichi della valle, che merita di essere valorizzato anche attraverso uno spazio espositivo dedicato. A lanciare la proposta di allestire una mostra permanente, per conservare e tramandare i cimeli del carnevale di Varallo è il sindaco, Eraldo Botta, che  durante la consegna delle chiavi a Marcatonio ha invitato il Comitato ad affiancare il Comune nell'ambizioso progetto.

Botta si è rivolto anche ai cittadini proponendo loro di mettere mano a  cantine e solai e ritrovare materiale storico, legato alla manifestazione, da esporre.

L’amministrazione, dal canto suo, avrebbe già individuato la sede, a Palazzo D’Adda. I locali, accanto a quelli del Museo della Pesca, avrebbero solo bisogno di una rinfrescata e di arredi consoni.

Il materiale non manca come dimostrano i documenti conservati nella sezione  di Varallo dell’Archivio di Stato. È lì che Botta ha rinvenuto il testo originale del 1931 della  “Cansun d’la Giobbiaccia” che ha donato a “sua maestà” in occasione del 150°.

Oltre al Museo, il sindaco nei mesi scorsi ha anche invitato il Comitato a riportare in vita le sfilate dei carri allegorici, proposte a Varallo fino alla metà degli anni Novanta.

 

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...