Notizia Oggi

Stampa Home
Avviati i lavori di riqualificazione

Varallo, da stazione ferroviaria a esposizione permanente

La tratta Novara-Varallo è una delle più antiche del Piemonte
Articolo pubblicato il 24-02-2016 alle ore 10:44:43
Varallo, da stazione ferroviaria a esposizione permanente 3
Varallo, la stazione ferroviaria

La stazione ferroviaria di Varallo sarà trasformata in esposizione permanente. I lavori di riqualificazione dell’intera area sono stati avviati nei giorni scorsi: il progetto, cui partecipa anche Ferrovie dello Stato , è volto ad adeguare la struttura e gli edifici del terminale della linea Novara-Varallo, una delle più antiche del Piemonte. La tratta, progettata nel 1856 e realizzata nel 1879, presenta alcune peculiarità, tra cui binario semplice e presenza dell’elettricità nel solo tratto tra Novara e Vignale.

L’opera prevede la completa ristrutturazione dell’ex magazzino merci, con posa di nuovi serramenti, la riqualificazione dell’area adiacente l’edificio e l’attraversamento dei binari posto nelle immediate vicinanze della stazione. La spesa complessiva si aggira intorno ai 100mila euro e, con ogni probabilità, gli interventi saranno portati a termine in primavera.

Il progetto, di cui si parla da tempo, potrà essere concretizzato grazie anche all’intervento di Ferrovie dello Stato attiva sostenitrice di campagne per la riqualificazione delle linee non più attive.

È il caso di “Binari senza tempo”, iniziativa che ha riportato, su quattro strade ferrate antiche e di interesse storico e paesaggistico, locomotive a vapore e altri convogli d’epoca.

Intanto lunedì 28 marzo ci sarà il primo viaggio del 2016 del treno storico che raggiungerà la stazione di Varallo.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...