Notizia Oggi

Stampa Home

Varallo, la stazione si fa bella per i festeggiamenti dei 130 anni

Ridipinte le colonne idrauliche e l’antica gru
Articolo pubblicato il 14-08-2016 alle ore 18:42:31
Varallo, la stazione si fa bella per i festeggiamenti dei 130 anni 2
La stazione di Varallo

Partiti i lavori di risistemazione del complesso della ferrovia a Varallo. Nelle scorse settimane hanno preso il via le attività per riportare all’antico splendore l’area della stazione e della ferrovia in vista dell’evento organizzato dalla Fondazione ferrovie dello Stato Italiane, nelle giornate del 3 e del 4 settembre, per celebrare i 130 anni dell’apertura della linea Novara – Varallo. Per l’occasione a Varallo arriveranno treni a vapore e “littorine” a bordo dei quali si terranno numerosi eventi.

Per la preparazione dell’evento è stato necessario prevedere alcuni lavori di manutenzione riguardanti più l’aspetto estetico con la risistemazione da parte dell’amministrazione comunale della struttura utilizzata come rimessa delle locomotive.
«Nell’ambito dei lavori che spettavano al Comune – spiega il sindaco Eraldo Botta – si sono eseguiti interventi di risistemazione della rimessa delle locomotive con il magazzino. In questi giorni inoltre sono state ridipinte le colonne idrauliche e l’antica gru, una testimonianza preziosa che risale ai primi del Novecento.

Ieri invece sono partiti i lavori finanziati dalla Fondazione Ferrovie dello Stato riguardanti l’edificio della stazione con la posa del ponteggio necessario per la tinteggiatura. I lavori vengono portati avanti con molta attenzione, per questo oggi verranno eseguite una serie di stratigrafie per cercare quello che era il colore originario della struttura dopodiché inizieranno le operazioni di ritinteggiatura delle facciate e del corpo centrale. I lavori saranno terminati a fine mese perché tutto sia perfetto per l’importante manifestazione che vedrà protagonista la nostra linea ferroviaria».


Nella due giorni di celebrazioni sarà possibile visitare le vetture una volta che saranno arrivate in stazione: una locomotiva a vapore Gr. 880 con carrozze del tipo “Centoporte”, un’automotrice ALn 772 e un’altra locomotiva a vapore 625 trainante carrozze del tipo “Centoporte”, ma soprattutto sarà possibile viaggiare su di esse, partendo da Novara, numerosi treni a orari diversi percorreranno la linea da Novara durante tutte e due le giornate, e da Milano nella giornata di domenica.

I biglietti, del costo, per gli adulti di 16 euro per un viaggio di andata e ritorno da Novara a Varallo, 12 euro da Romagnano e 8 euro da Borgosesia; le tariffe si dimezzano per ragazzi di età inferiore ai 12 anni non compiuti, e di 20 euro per il viaggio da Milano, 15 da Novara e 10 da Romagnano e Borgosesia, sono ora acquistabili attraverso tutti i canali di Trenitalia mentre quelli per il treno storico del 4 settembre, proveniente da Milano si possono acquistare tramite bonifico bancario dopo aver contattato l’associazione Museo Ferroviario Valsesiano al numero 338.9252791 o via e-mail all’indirizzo museofervals@gmail.com. «Sarà un’esperienza unica – commenta Botta – con tanti eventi memorabili. Il treno storico che arriverà domenica 4 da Milano ha una storia significativa. Si tratta del treno presidenziale, e precedentemente utilizzato dal Re e dopo il suo arrivo sarà visitabile da tutti. Una bella e imperdibile occasione per la nostra città e il nostro territorio».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...