Notizia Oggi

Stampa Home
Evento del lanificio di Pratrivero

Vitale Barberis Canonico conquista Tokio

E' tra i più antichi al mondo con 352 anni di storia
Articolo pubblicato il 29-11-2015 alle ore 14:40:27
I titolari della Vbc
I titolari della Vbc

Il Lanificio Vitale Barberis Canonico, tra i più antichi al mondo con 352 anni di storia e giunto alla tredicesima generazione familiare, ha celebrato il tessuto e l’eleganza sartoriale italiana giovedì nella suggestiva cornice della Ambasciata d’Italia a Tokyo, con un evento esclusivo dal titolo “The Celebration of Fine Fabrics, Italian Elegance and Sartorial Style”.
La serata, destinata a un selezionato pubblico giapponese, ha voluto essere una presentazione della manifattura che da generazioni produce tessuti di alta gamma per l’abbigliamento maschile. Un racconto veicolato dalla migliore sartoria italiana che ha interpretato in capi esclusivi tre dei tessuti iconici del lanificio: l’Original Woollen Flannel, la Tela Ritorta a quattro Capi e il Superbio.
La serata ha preso il via con il saluto dell’ambasciatore Domenico Giorgi e proseguirà con una conversazione con tre dei migliori sarti italiani, noti a livello internazionale, Antonio Liverano, Antonio Panico e Franco Prinzivalli, chiamati a raccontare la loro carriera e a confrontarsi sul significato di “stile italiano” e “sartorialità.
Dopo l’intervista, i sarti si sono riuniti ciascuno attorno al proprio tavolo di lavoro per mostrare al pubblico le loro creazioni e interpretazioni stilistiche del tessuto Vitale Barberis Canonico, tracciando così la storia che lega il loro marchio al prodotto. Tre sono i tessuti iconici Vitale Barberis Canonico protagonisti dell’evento: l’Original Woollen Flannel, la tela ritorta a quattro capi e il Superbio.

Tags: vitale barberis canonico

Attualità

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...