Notizia Oggi

Stampa Home
La consegna dei riconoscimenti

Vitale Barberis Canonico premia i figli dei dipendenti

Una tradizione che prosegue negli anni
Articolo pubblicato il 25-12-2015 alle ore 16:02:02
La premiazione
La premiazione

Alla Vitale Barberis Canonico si è  tenuta l’annuale premiazione delle borse di studio a tre figli dei dipendenti che si sono particolarmente distinti nei risultati scolastici. «Siamo giunti alla tredicesima edizione di un evento che rappresenta in pieno la volontà dell’azienda di premiare l’eccellenza e l’impegno e dare la possibilità ai giovani studenti di proseguire gli studi in quanto membri a tutti gli effetti della grande famiglia Vitale Barberis Canonico - spiegano dall'azienda -. I tre ragazzi meritano quindi la gratificazione di essere premiati e riconosciuti nei loro risultati  e di essere sostenuti nella prosecuzione degli studi che sappiamo quanto, e ancor più oggi,  rappresenti un rilevante onere economico per le loro famiglie».
Alla cerimonia di premiazione era presente la dottoressa Marilena Bolli, presidente  dell'Unione Industriale Biellese e vice presidente di Confindustria Piemonte, che nel suo  discorso ha sottolineato l'importanza del settore manifatturiero per lo sviluppo economico del nostro paese. Ha poi spronato il trio di studenti virtuosi a proseguire con entusiasmo il loro percorso di studi e professionale arricchendolo con esperienze all'estero che possano ampliare il respiro della loro formazione, ma sperando che possano sempre tenere a mente il territorio e l'industria manifatturiera biellese. Inoltre presenti l’Ingegner Alberto Barberis Canonico e Stefano D’Agostino, responsabile del personale, quali rappresentanti del lanificio Vitale Barberis Canonico.
I premiati per l’anno 2015 sono Martina Perricone, figlia di Debora Crestani, neolaureata in Comunicazione Internazionale (lingue tedesco e russo) presso l'Università degli Studi di Pavia, Alessandro Bollo, figlio di Maria Teresa Solesio, che frequenta il secondo anno el corso di laurea in biotecnologie presso la sede di Novara dell'Università degli Studi del Piemonte Orientale, Andrea Botta, figlio di Roberta Faggiotto e Franco Botta, che frequenta il corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccattronica presso il Politecnico di Torino.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...