Notizia Oggi

Stampa Home

Vittorio Sgarbi inaugura la mostra di Matteo Agarla

In primavera sarà alla triennale di Roma
Articolo pubblicato il 01-01-2017 alle ore 17:32:13
Vittorio Sgarbi inaugura la mostra di Matteo Agarla 2
Matteo Agarla

Le sue opere sono esposte nella rassegna “Nowart”, visitabile fino al 14 gennaio alla galleria “InArte Werkkunst” di Bergamo, che ha visto al vernissage la presenza del critico Vittorio Sgarbi. È solo uno degli importanti riconoscimenti nel campo della fotografia artistica tributati al giovane fotografo romagnanese Matteo Agarla, classe 1988.

In programma, in primavera, Agarla ha già la partecipazione alla Triennale di Roma. Al suo attivo ha inoltre una selezione per il “Trofeo Impero”, numerose pubblicazioni, critiche lusinghiere dagli esperti del settore e videoesposizioni a New York, Washington, Parigi, Vienna, Roma, Milano e Verona. Matteo Agarla è un artista poliedrico che, nel corso dei suoi studi all’Accademia di Belle Arti Acme di Novara e a quella di Brera a Milano, si è saputo distinguere in vari settori.

Circa due anni fa, proprio nelle aule dell’Accademia, si è lanciato nella sfida della fotografia artistica. Il giovane romagnanese lavora attualmente come grafico: «Mi occupo di grafica per alcune piccole aziende – spiega Agarla – e cerco di recuperare sempre il lato artistico, anche nelle cose più tecniche».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...